Print Friendly, PDF & Email

Buone notizie per il reparto scuola, dal sito Noipa si apprende che verranno presto accreditati gli arretrati per insegnanti e personale Ata entro il 1° marzo 2018. Il personale docente e Ata attendevano inutilmente gli arretrati nel cedolino di febbraio 2018, dove invece hanno trovato il conguaglio fiscale e lo scatto di anzianità. Ma non hanno dovuto attendere molto visto che a breve gli arretrati verranno accreditati con un cedolino speciale.

Sul sito NoiPa l’avviso per l’accredito degli arretrati per docenti e ATA

Negli ultimi giorni si è diffusa la notizia che per i 240 mila dipendenti statali sarebbero arrivati gli arretrati attraverso un cedolino speciale entro il 28 febbraio. Oggi Noipa nella sezione notizie del sito comunica che il 1° marzo 2018 verranno accreditati anche gli arretrati per docenti e ATA.

L’avviso è uscito sul sito istituzionale NoiPa ed è il seguente: “Giovedì 1° marzo è la data di valuta per l’accreditamento degli arretrati derivanti dagli incrementi degli stipendi tabellari mensili lordi previsti dal C.C.N.L. 2016-2018 del comparto Funzioni centrali (ex comparto Ministeri, Agenzie Fiscali, EPNE, Enti ex art.70)”. Inoltre, si ricorda che le somme sui conti correnti potrebbero essere disponibili e quindi prelevabili nell’arco della giornata stessa, dipende anche dalle modalità operative degli istituti bancari.

A quanto ammonta la somma degli arretrati

Ci sono voluti quasi dieci anni ma il nuovo contratto per la scuola è stato siglato il 9 febbraio 2018 da Cisl, Uil e Flcgil e l’Aran e Agenzia Rappresentanza Negoziale Pubbliche Amministrazioni. Basandoci sulle tabelle ufficiali, prevede aumenti che vanno dai 80 ai 110 euro lordi mensili.

I dipendenti della scuola a cui spetteranno gli arretrati percepiranno il corrispettivo per i mesi di tutto il 2016 e per tutto il 2017 e i primi due mesi del 2018, gennaio e febbraio. Gli aumenti, ovviamente, sono diversi per ogni profilo professionale e per diversi scaglioni stipendiali. Gli aumenti stipendiali partiranno da aprile 2018 mentre gli arretrati saranno disponibili attraverso un cedolino speciale il 1 marzo 2018 e arriveranno fino a 600 euro lordi pagati una tantum. Gli arretrati verranno accreditati non solo al personale docente, compresi i supplenti e personale Ata ma anche al personale in pensione dal l 1° settembre 2016 o 2017. Sia per i dipendenti statali che per chi lavora nel reparto scuola si parla di una circa 125 milioni di euro che verranno trasferiti nelle buste paga prima del voto del 4 marzo 2018

Lascia un commento