Il sindacato FLCGIL smentisce la data del 13 novembre, diffusa dalla Gilda di Forlì come apertura della domanda su Istanze on line per la scelta delle sedi relative alla domanda di III fascia ATA.

In realtà ciò è diventato chiaro negli ultimi giorni, dal momento che molte segreterie non hanno ancora caricato tutte le domande (secondo le stime della FLCGIL complessivamente potrebbero essere addirittura due milioni), alcune delle quali spedite con Raccomandata A/R a ridosso della scadenza (30 ottobre) e quindi pervenute solo da poco alle segreterie.

Inoltre la complessità del sistema informatico e i numerosi problemi per la valutazione rallentano il lavoro degli assistenti amministrativi, già oberati da altre incombenze e scadenze.

La FLCGIL riferisce “Al momento non è stato definito ancora il calendario per la compilazione del modello D3. Il Ministero ci ha però informati per le vie brevi che la scadenza non sarà imminente.”

Precisiamo che il modello D3 potrà essere disponibile solo quando tutte le domande saranno state caricate, pertanto al momento non è possibile ipotizzare la data, poiché non è stata neanche fatta una ricognizione del numero di domande già acquisite.

Ricordiamo che nel frattempo gli aspiranti possono preventivamente scegliere le sedi della provincia indicata attraverso l’apposita applicazione Miur, in modo che nel momento in cui il modello sarà disponibile su Istanze on line, l’operazione sarà più semplice e veloce, in quanto si tratterà solo di selezionarle dal menu a tendina.

Ricordiamo altresì che chi verifica il punteggio su Istanze on line e rileva degli errori può contattare la scuola capofila, ma non si tratta ancora delle graduatorie provvisorie.

Nel frattempo Miur e sindacati hanno già programmato un incontro per il 1° dicembre.

In quell’occasione, scrive la FLCGIL, sarà ribadita la necessità di apporre come data ultima ai contratti finora stipulati fino all’avente diritto, il 30 giugno 2018.

LASCIA UN COMMENTO